Comuni in difficoltà finanziarie, la Regione offre supporto e sviluppa un software

Primo obiettivo: puntare sulla formazione del personale per problematiche legate alle difficoltà finanziarie

<La Calabria è la regione con il più alto tasso di Comuni in situazioni di difficoltà, in predissesto o dissesto. La buona governance vuole essere un’iniziativa di informazione e formazione su tematiche che riguardano le difficoltà finanziarie delle amministrazioni locali, inserita nell’ambito di una serie di attività che la Regione sta portando avanti in questo campo>.

L’ assessore regionale all’organizzazione, alle risorse umane e alla transizione digitale, Filippo Pietropaolo, spiega così il senso dell’evento dal titolo “La buona governance”, tenutosi  in Cittadella, moderato dal giornalista de Il sole 24 Ore, Gianni Trovati, al quale hanno, tra gli altri, partecipato, sindaci ed esperti di economia e finanza ministeriali e locali e del mondo accademico.

L’ assessore regionale all’organizzazione, alle risorse umane e alla transizione digitale, Filippo Pietropaolo, spiega così il senso dell’evento dal titolo “La buona governance”, tenutosi  in Cittadella, moderato dal giornalista de Il sole 24 Ore, Gianni Trovati, al quale hanno, tra gli altri, partecipato, sindaci ed esperti di economia e finanza ministeriali e locali e del mondo accademico.

In collegamento anche la sottosegretaria di Stato al Ministero dell’interno, Wanda Ferro.

<L’iniziativa – ha specificato l’assessore Pietropaolo – si inserisce nell’ambito di tutte quelle che la Regione sta organizzando per affiancare, con un supporto tecnico e avvalendosi di esperti del settore, i Comuni calabresi per la formazione del personale, per la risoluzione delle problematiche legate alle attività finanziarie e al controllo di gestione. Le principali difficoltà riguardano le poche disponibilità finanziarie che, di conseguenza, generano la mancanza di personale e delle competenze necessarie. Pertanto, lo scorso anno abbiamo avviato un primo progetto che ci è servito come modello base. Abbiamo indetto un avviso pubblico a cui hanno aderito 36 Comuni, che hanno, così, potuto avere assistenza tecnica, da professionisti del settore, anche con giornate di formazione direttamente presso le sedi comunali. Sulla base dei risultati di questo modello iniziale ne abbiamo messo in piedi uno nuovo, più ampio, che prevede tempi più lunghi e con il coinvolgimento di molte più amministrazioni>.

Il progetto sarà gestito da Formez e Fincalabra. È stato sviluppato anche un software che sarà messo a disposizione di tutti i Comuni, attraverso il quale sarà possibile fare delle simulazioni con analisi predittiva utilizzando l’intelligenza artificiale.

<Con questa iniziativa diamo l’avvio a un nuovo metodo che non è quello di dare finanziamenti ai Comuni, ma di fornire loro competenze e assistenza tecnica. Certo – ha sottolineato infine l’assessore Pietropaolo – non sarà la soluzione di tutti i problemi dei Comuni ma sarà, certamente, l’avvio di un supporto reale per affrontare concretamente una problematica che è molto sentita>.

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

Gli amministratori puntano a spingere la politica a modificare l’attuale normativa
Obiettivo la costituzione di un Comitato composto da docenti e rappresentanti di tutto il territorio. Martedì incontro all’Alberghiero
Domani la consegna del cantiere. Lo spostamento, secondo l’assessore Corrado, è avvenuto in pieno accordo con gli ambulanti

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792