Corsa di Miguel, la festa dello sport colora la città

Circa 700 i ragazzi che hanno invaso le strade di Vibo e Vibo Marina: una giornata anche di condivisione di valori universali

Una strepitosa voglia di atletica e di sport a Vibo Valentia. Una voglia moltiplicata per mille. Mille come le ragazze e i ragazzi che hanno gareggiato sul corso Vittorio Emanuele III (le scuole superiori) e sul lungomare di Vibo Marina (scuole medie) sulla distanza dei mille metri nel grande appuntamento studentesco della Corsa di Miguel. In quasi 700 hanno riempito il centro della cittadina calabrese, gli altri invece hanno “divorato” una sorta di percorso ad arco da via Emilia a corso Cristoforo Colombo a Vibo Marina.

Per tutti il desiderio insopprimibile di fare festa con lo sport. Nel ricordo del maratoneta poeta argentino desaparecido Miguel Sanchez, campione dell’inclusione attraverso lo sport. E sul traguardo del centro, presidiato dai ragazzi del liceo “Berto”, fulcro dell’organizzazione con i docenti Bruno Nardo e Carlo Lico, è arrivato anche l’artista locale Claudio Foti, che ha consegnato agli organizzatori un dipinto raffigurante Miguel con sullo sfondo il castello di Vibo Valentia.

Per tutti il desiderio insopprimibile di fare festa con lo sport. Nel ricordo del maratoneta poeta argentino desaparecido Miguel Sanchez, campione dell’inclusione attraverso lo sport. E sul traguardo del centro, presidiato dai ragazzi del liceo “Berto”, fulcro dell’organizzazione con i docenti Bruno Nardo e Carlo Lico, è arrivato anche l’artista locale Claudio Foti, che ha consegnato agli organizzatori un dipinto raffigurante Miguel con sullo sfondo il castello di Vibo Valentia.

Per la settimana calabrese della Corsa di Miguel è stato un altro successo. Non solo sportivo nell’ambito delle iniziative dell’Unione stampa sportiva italiana. Le ragazze del liceo coreutico Capialbi hanno dato vita a una coreografia-spettacolo prima dell’inizio delle gare, e il momento spettacolare è stato assicurato anche dalla scuola media “Vespucci” con l’esibizione dell’orchestra.

L’evento è stato aperto dai saluti del sindaco di Vibo Valentia, Maria Limardo, che ha voluto manifestare l’alta valenza della manifestazione e la soddisfazione, per la città, di ospitarla. Parte attiva dell’organizzazione, per il Comune di Vibo Valentia, l’assessore Katia Franzè, che ha inteso ringraziare non soltanto gli organizzatori, nelle persone dell’ideatore Valerio Piccioni, giornalista della Gazzetta dello Sport, ed Enza Beltrone, responsabile progetti Ussi, ma anche tutti i volontari che hanno offerto un supporto, dalla Croce rossa ai medici, oltre che naturalmente gli agenti della Polizia locale, fino ai protagonisti, i quasi mille ragazzi ed i loro docenti e dirigenti scolastici. A rappresentare l’ente anche l’assessore Vincenzo Bruni e il consigliere delegato allo Sport, Antonio Schiavello.

<È stata una giornata straordinaria – ha commentato l’assessore Franzè – non una semplice gara podistica ma un momento di condivisione di valori: lotta al razzismo, lotta alla violenza di genere, lotta ad ogni forma di discriminazione. Una bellissima pagina che Vibo non dimenticherà>.

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

Dopo l’abbattimento del ristorante la Nave e dell’ordine di smantellamento dei tabelloni pubblicitari saranno rase al suolo strutture in cemento armato
Domenica 26 maggio sarà possibile vivere una divertente esperienza di sport all’aperto
E sull’affidamento di incarichi ai figli aveva aggiunto: facevano parte di una cooperativa selezionato dalla Regione. Accuse pesanti al Comune sul canone: altri enti non pagano nulla

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792