Gioia Tauro, porto e rete ferroviaria ora sono più vicini

Si è passati anche al trasferimento da parte della Regione a Rfi dell'area compresa tra la stazione ferroviaria di Rosarno e lo scalo portuale

Con la sottoscrizione dell’atto di concessione demaniale marittima tra il presidente dell’Autorità di Sistema portuale dei mari Tirreno meridionale e Ionio, Andrea Agostinelli, e l’ingegnere Giuseppe Marta, a capo della direzione operativa infrastrutture territoriali di Rete ferroviaria italiana, anche l’ultimo miglio di collegamento tra lo scalo portuale e la rete ferroviaria nazionale passa nella gestione di Rfi.
“Grazie a questo ultimo atto – riferisce un comunicato dell’Autorità portuale – si completa il mosaico ammnistrativo, curato dal settore Demanio guidato, ad interim, dal segretario generale facente funzioni Pasquale Faraone, che è stato animato da importanti attività che hanno visto, in una prima fase, l’Autorità di sistema portuale dei mari Tirreno meridionale e Ionio realizzare il proprio gateway ferroviario, in base agli standard infrastrutturali richiesti dall’Unione europea.
Si è, quindi, passati al trasferimento in proprietà, da parte della Regione Calabria a Rfi, dell’area compresa tra la stazione ferroviaria nazionale di Rosarno e lo scalo portuale di Gioia Tauro.
Successivamente, entrambi i Terminalisti, Mct ed Automar, nel dotarsi di aste ferroviarie interne ai propri piazzali portuali, hanno stipulato il contratto di raccordo ferroviario con Rfi. Si giunge, quindi, alla giornata odierna che, con la sottoscrizione dell’atto concessorio di 15 anni, vede Rfi assumere la piena titolarità della gestione dell’intera area ferroviaria portuale, comprese le attività di illuminazione del relativo sedime, fondamentali per garantire ad Mct ed ad Automar la possibilità di formare i propri convogli ferroviari sia di giorno che di notte”.
“Ad animare ulteriormente l’operatività dello scalo portuale di Gioia Tauro – é detto ancora nella nota – anche l’entrata in servizio, lo scorso 15 maggio, delle nuove locomotive Traxx Universal DC del Polo logistica del Gruppo Ferrovie dello Stato, operative tra la Campania e lo scalo portuale calabrese. Un passaggio strategico che Sabrina De Filippis, amministratrice delegata di Mercitalia Logistics, ha definito ‘una combinazione fondamentale per aumentare la quota di traffico intermodale delle merci attraverso una rete di trasporto sostenibile e ad alta efficienza, a sostegno delle economie del sud e dell’import-export italiano'”.
“Grande soddisfazione” è stata espressa dal presidente dell’Autorità di Sistema portuale, Andrea Agostinelli, che ha sottolineato “il continuo impegno dell’ente a sostegno dell’intermodalità, al fine di assicurare al porto di Gioia Tauro una maggiore crescita e, quindi, un sempre più spiccato ruolo di hub logistico di riferimento per l’intero Mezzogiorno.

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

Molto spesso si fanno avanti spacciandosi per tecnici del gas, operatori dell’enel, delle poste o o agenti delle Agenzia delle entrate
Il rogo in località Torre Vecchia di Palmi. Sul posto alcune squadre dei vigili del fuoco e canadair della Protezione civile
Nessuna iniziativa di Governo, Regioni e associazioni per ricordare l’evento che devastò le regioni meridionali e fece migliaia di morti

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792