Giovane trovato cadavere in auto a San Nicola Arcella

Il mezzo era parcheggiato nei pressi di uno stabilimento balneare attualmente chiuso. Sulla vicenda indagano i carabinieri di Scalea

Il cadavere di un giovane (circa trent’anni), che sarebbe originario di Laino Borgo, comune della fascia calabrese del Pollino, è stato trovato a San Nicola Arcella, nel cosentino.

Il corpo senza vita era all’interno di un’auto parcheggiata in località Arcomagno. L’auto era ferma a poca distanza dal mare in uno spiazzo utilizzato come parcheggio al servizio di una struttura balneare, chiusa in questo periodo. Secondo quanto riferito dal Comando provinciale dei carabinieri di Cosenza, la persona deceduta presentava segni tali da indurre a pensare che il decesso possa risalire ad diversi giorni addietro. I militari hanno avviato indagini per stabilire il momento preciso e la causa della morte.

Il corpo senza vita era all’interno di un’auto parcheggiata in località Arcomagno. L’auto era ferma a poca distanza dal mare in uno spiazzo utilizzato come parcheggio al servizio di una struttura balneare, chiusa in questo periodo. Secondo quanto riferito dal Comando provinciale dei carabinieri di Cosenza, la persona deceduta presentava segni tali da indurre a pensare che il decesso possa risalire ad diversi giorni addietro. I militari hanno avviato indagini per stabilire il momento preciso e la causa della morte.

Una prima ipotesi formulata sarebbe quella di morte in conseguenza della assunzione di sostanze stupefacenti. Sul posto, una zona non particolarmente frequentata in questo periodo dell’anno, è intervenuta anche una squadra di vigili del fuoco del distaccamento di Scalea che ha provveduto a infrangere il vetro di uno dei finestrini della vettura risultata chiusa dall’interno. A scoprire il cadavere e a dare successivamente l’allarme era stato in precedenza un ragazzino che si trovava nella zona con i familiari per la festività di Pasquetta e che si era avvicinato alla vettura per recuperare un pallone.

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

E sull’affidamento di incarichi ai figli aveva aggiunto: facevano parte di una cooperativa selezionato dalla Regione. Accuse pesanti al Comune sul canone: altri enti non pagano nulla
Marcella Murabito illustra i suoi piani e mette sullo stesso piano centrodestra e centrosinistra
La biblioteca mobile acquistata con fondi pubblici ora si trova in stato di assoluto abbandono nelle campagne di Ionadi

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792