L’attentato incendiario poteva fare una strage. Ferma condanna del sindaco di Tropea e di tutta la comunità

Ignoti nei giorni scorsi hanno dato alle fiamme il noto ristorante Little Italy provocando non solo la distruzione del locale ma anche danni consistenti alle strutture circostanti

<Se oggi non contiamo vittime di una tragedia lo dobbiamo solo alla Provvidenza. Se, infatti, i Vigili del Fuoco fossero intervenuti sul sito dell’incendio pochi secondi prima, sarebbero stati coinvolti nell’esplosione di quella bombola. Ci sarebbero state conseguenze gravissime a causa di un atto incendiario del quale è stata ormai accertata la natura dolosa. Siamo di fronte ad un fatto che ha scosso tutta la cittadinanza e ha offeso Tropea>.

È quanto dichiara il sindaco di Tropea Giovanni Macrì facendosi interprete dei sentimenti di solidarietà diffusa che da tutta la comunità stanno giungendo anche tramite l’Amministrazione comunale a quanti hanno direttamente ed indirettamente subito gli effetti di quella che possiamo definire – ribadisce – una tragedia evitata, in Piazza Vittorio Veneto nei giorni scorsi.

È quanto dichiara il sindaco di Tropea Giovanni Macrì facendosi interprete dei sentimenti di solidarietà diffusa che da tutta la comunità stanno giungendo anche tramite l’Amministrazione comunale a quanti hanno direttamente ed indirettamente subito gli effetti di quella che possiamo definire – ribadisce – una tragedia evitata, in Piazza Vittorio Veneto nei giorni scorsi.

<Fortunatamente – aggiunge – non si sono registrati danni a tutte le persone che potevano essere potenzialmente coinvolte dall’esplosione e dalla diffusione dell’incendio agli edifici privati ed agli spazi pubblici circostanti al ristorante Little Italy preso di mira. Consapevoli che all’accaduto sia stata destinata la giusta e necessaria attenzione – prosegue – restiamo convinti e fiduciosi che da parte delle autorità competenti sarà fatta con celerità massima chiarezza perché vengano individuati i responsabili e chiarite senza alcun dubbio le reali motivazioni e soprattutto gli effettivi destinatari di un gesto che Tropea tutta condanna senza se e senza ma.

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

Marcella Murabito illustra i suoi piani e mette sullo stesso piano centrodestra e centrosinistra
La biblioteca mobile acquistata con fondi pubblici ora si trova in stato di assoluto abbandono nelle campagne di Ionadi
Le indagini della Guardia di Finanza hanno evidenziato una gestione contabile e amministrativa piuttosto allegra

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792