Mileto, Il sindaco Fortunato Giordano mette in campo la sua squadra

In Giunta Domenico Pontoriero, Fortunato Di Masi, Francesco Ciccone e Carmela Vardaro

L’esito dello spoglio assegna a Salvatore Fortunato Giordano il compito di gestire per altri cinque anni palazzo dei Normanni, sede municipale di Mileto, e il sindaco riconfermato, sospinto dagli ampi consensi ricevuti dagli elettori, torna nella stanza dei bottoni e, senza perdersi in chiacchiere, vara il primo decreto del nuovo mandato: quello della nomina della Giunta. Gli assessori sono quattro e, come per legge, due posti spettano alla componente rosa.

Il secondo esecutivo Giordano, tutto sommato, non presenta sorprese. Il sindaco, pur potendolo fare, non attinge alla società civile, ma si affida a persone che gli sono state a fianco in tutta la campagna elettorale resistendo al vento delle critiche. A coadiuvarlo nel non facile ruolo di responsabile della cosa pubblica saranno Domenico Pontoriero, Fortunata Di Masi, Francesco Ciccone e Carmela Vardaro. Nel decreto di nomina non si accenna alle deleghe che spetteranno loro, a parte quella di vicesindaco che è stata assegnata a Domenico Pontoriero. Ora non c’è altro da fare che rimboccarsi le maniche e cominciare a lavorare, Roma permettendo, per scrivere un’altra pagina positiva per l’ex capitale normanna.

Il secondo esecutivo Giordano, tutto sommato, non presenta sorprese. Il sindaco, pur potendolo fare, non attinge alla società civile, ma si affida a persone che gli sono state a fianco in tutta la campagna elettorale resistendo al vento delle critiche. A coadiuvarlo nel non facile ruolo di responsabile della cosa pubblica saranno Domenico Pontoriero, Fortunata Di Masi, Francesco Ciccone e Carmela Vardaro. Nel decreto di nomina non si accenna alle deleghe che spetteranno loro, a parte quella di vicesindaco che è stata assegnata a Domenico Pontoriero. Ora non c’è altro da fare che rimboccarsi le maniche e cominciare a lavorare, Roma permettendo, per scrivere un’altra pagina positiva per l’ex capitale normanna.

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

Molto spesso si fanno avanti spacciandosi per tecnici del gas, operatori dell’enel, delle poste o o agenti delle Agenzia delle entrate
Il rogo in località Torre Vecchia di Palmi. Sul posto alcune squadre dei vigili del fuoco e canadair della Protezione civile
Nessuna iniziativa di Governo, Regioni e associazioni per ricordare l’evento che devastò le regioni meridionali e fece migliaia di morti

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792