Nuovo ospedale di Vibo, Comito (FI) preferisce mostrare il cantiere: pienamente operativo

Il capogruppo in consiglio regionale respinge le parole di quanti ritengono che i lavori per il nuovo nosocomio sono ancora fermi

<Possiamo comprendere che la mancanza di argomentazioni valide spinga il centrosinistra vibonese a voler dirottare l’attenzione su un tema particolarmente sensibile a tutta la cittadinanza come quello del nuovo ospedale, ma non è certamente mistificando la realtà, volutamente o meno, che si può sperare di convincere i cittadini>. Ad affermarlo è il coordinatore provinciale di Forza Italia Vibo Valentia, Michele Comito, in ordine al previsto sit-in di questo pomeriggio da parte della coalizione di centrosinistra davanti al cantiere del nuovo ospedale.

<Finché si resta nel campo delle opinioni – dichiara il capogruppo azzurro in consiglio regionale – ognuno può dire ciò che vuole, ma la serietà dell’argomento ci impone di parlare con i fatti, come sta facendo, sin dal suo insediamento, il presidente Occhiuto. Ed i fatti stanno seguendo puntualmente quanto illustrato, un anno fa, dal governatore della Calabria, che in poco tempo sta letteralmente realizzando, con il suo esecutivo, ciò che per decenni è stato solo teorizzato, a cominciare proprio dall’ospedale di Vibo Valentia. D’altronde basterebbe una semplice visita al cantiere per vedere quanti operai e quanti mezzi giornalmente stanno operando>.

<Finché si resta nel campo delle opinioni – dichiara il capogruppo azzurro in consiglio regionale – ognuno può dire ciò che vuole, ma la serietà dell’argomento ci impone di parlare con i fatti, come sta facendo, sin dal suo insediamento, il presidente Occhiuto. Ed i fatti stanno seguendo puntualmente quanto illustrato, un anno fa, dal governatore della Calabria, che in poco tempo sta letteralmente realizzando, con il suo esecutivo, ciò che per decenni è stato solo teorizzato, a cominciare proprio dall’ospedale di Vibo Valentia. D’altronde basterebbe una semplice visita al cantiere per vedere quanti operai e quanti mezzi giornalmente stanno operando>.

Ecco, dunque, ciò che è stato fatto dal 17 maggio 2023, data in cui è avvenuta la consegna dei lavori al concessionario, ad oggi: eseguiti, tra le altre cose, il sistema di monitoraggio delle precipitazioni e dei deflussi del fosso Calzone; la recinzione dell’area di intervento; la pulizia generale dell’area interessata dai lavori; l’allestimento dei box di cantiere con relativi allacci per la fornitura di energia elettrica, rete idrica, linea telefonica, ecc.; le piste di cantiere; le attività relative al monitoraggio ambientale; l’avvio delle attività di risoluzione dell’interferenza con la linea elettrica posta in prossimità del confine nord est dell’area.

<Sono state eseguite anche le seguenti lavorazioni relative alle opere esterne del presidio ospedaliero: parte degli scavi di sbancamento e abbancamento, propedeutici all’esecuzione delle nuove opere previste (muri, terre armate, platea ospedale e polo tecnologico); la fondazione e le pareti della vasca di stoccaggio delle acque piovane; l’esecuzione dei pali di muri e paratie; il completamento di circa 260 metri delle terre rinforzate del parcheggio est. L’avanzamento complessivo dei lavori eseguiti a tutto il 31 marzo 2024 è pari a oltre 2,5 milioni di euro. Inoltre – sottolinea ancora Comito -, sono già state avviate le procedure per il rilascio del permesso di costruire da parte del Comune di Vibo Valentia sull’intero organismo ospedaliero. Non appena perfezionate le suddette procedure, entro il corrente mese di maggio, verrà emanato uno specifico decreto di approvazione di un secondo stralcio del progetto del nuovo ospedale, per un importo di ulteriori 15 milioni di euro, che consentirà l’avvio della realizzazione dei pali e della platea di fondazione, dei cunicoli e delle fosse degli ascensori, e quindi getterà le basi, in senso letterale, per la costruzione del corpo di fabbrica principali. Questi sono i fatti, le parole le lasciamo volentieri ad altri>. 

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

Dopo l’abbattimento del ristorante la Nave e dell’ordine di smantellamento dei tabelloni pubblicitari saranno rase al suolo strutture in cemento armato
Domenica 26 maggio sarà possibile vivere una divertente esperienza di sport all’aperto
E sull’affidamento di incarichi ai figli aveva aggiunto: facevano parte di una cooperativa selezionato dalla Regione. Accuse pesanti al Comune sul canone: altri enti non pagano nulla

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792