Ponte sullo Stretto, la protesta gioca d’anticipo. In piazza il 18 maggio

Decisione necessaria per non sovrapporre la manifestazione di Villa Dan Giovanni con quella in programma il 25 Maggio a Napoli contro l'autonomia differenziata

Si gioca d’anticipo a Villa San Giovanni. La data della grande manifestazione popolare contro il Ponte sullo Stretto è stata anticipata di una settimana. Invece che il 25 maggio, come originariamente previsto, l’assemblea composta delle varie anime che contrastano il progetto del Ponte ha deciso di scendere in piazza il 18 maggio. Le ragioni di questa decisione risiedono nella necessità politica di non sovrapporla ad un’altra grande manifestazione, di carattere nazionale, che avrà luogo a Napoli contro il progetto di autonomia differenziata.

Dal momento che la mobilitazione contro il Ponte si intreccia alla lotta contro l’autonomia differenziata e preso atto del fatto che diverse realtà confluenti nel movimento No Ponte intendono partecipare alla manifestazione napoletana, si è deciso di favorire la maggior partecipazione possibile a entrambe le iniziative, che sono pure profondamente legate: la realizzazione del Ponte poggia su un’idea inaccettabile di sfruttamento coloniale e aggressione al Mezzogiorno, così come l’autonomia differenziata darà il colpo finale alla tenuta sociale ed economica del Sud.

Dal momento che la mobilitazione contro il Ponte si intreccia alla lotta contro l’autonomia differenziata e preso atto del fatto che diverse realtà confluenti nel movimento No Ponte intendono partecipare alla manifestazione napoletana, si è deciso di favorire la maggior partecipazione possibile a entrambe le iniziative, che sono pure profondamente legate: la realizzazione del Ponte poggia su un’idea inaccettabile di sfruttamento coloniale e aggressione al Mezzogiorno, così come l’autonomia differenziata darà il colpo finale alla tenuta sociale ed economica del Sud.

Per questi motivi, la manifestazione di Villa San Giovanni si anticipa a sabato 18 maggio. Restano immutate le ragioni della indizione di questo importante appuntamento, alla cui partecipazione invitiamo tutta la cittadinanza calabrese e siciliana. Siamo consapevoli che anticipare la data – già comunicata – di una manifestazione non è consueto, ma si tratta di una scelta che va nella direzione di garantire un incremento di partecipazione democratica ad eventi e battaglie che segneranno in modo decisivo il presente e, soprattutto, il futuro del Paese e dei nostri territori in particolare.

Non c’è più tempo da perdere! Il prossimo appuntamento per iniziare a organizzare concretamente la manifestazione del 18 maggio è previsto per mercoledì prossimo, 24 aprile, alle 18 presso il CSC Nuvola Rossa di Villa San Giovanni (Via 2 novembre 82). È benvenuta la partecipazione di tutte le persone e le realtà che intendano contribuire a questo percorso con idee, suggerimenti e determinazione.

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

Dopo l’abbattimento del ristorante la Nave e dell’ordine di smantellamento dei tabelloni pubblicitari saranno rase al suolo strutture in cemento armato
Domenica 26 maggio sarà possibile vivere una divertente esperienza di sport all’aperto
E sull’affidamento di incarichi ai figli aveva aggiunto: facevano parte di una cooperativa selezionato dalla Regione. Accuse pesanti al Comune sul canone: altri enti non pagano nulla

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792