Processo Imponimento, i pm chiedono 21 anni di carcere per i fratelli Stillitani

Mano pesante da parte dei magistrati della Dda anche per Antonio Facciolo (26 anni) e per l'ing. Francescantonio Tedesco (18 anni)

 Processo Imponimento: i pm della Dda di Catanzaro hanno ultimato la loro requisitoria con le richieste di condanna a carico dei 71 imputati. Al centro delle indagini il clan Anello di Filadelfia e gli intrecci con il mondo imprenditoriale del litorale vibonese. Le pena più alta (30 anni di reclusione) è stata chiesta nei confronti di Tommaso Anello, fratello del boss Rocco che ha optato per il rito abbreviato. Entrambi sono considerati al vertice dell’omonima cosca di ‘ndrangheta tre le più potenti della provincia di Vibo Valentia e non solo.

21 anni per l’imprenditore Stillitani

21 anni per l’imprenditore Stillitani

Tra gli imputati anche i fratelli Emanuele e Francescantonio Stillitani per i quali l’Ufficio di Procura ha chiesto la condanna a 21 anni di reclusione. I due imprenditori napitini rispondono di concorso esterno in associazione mafiosa. Pesantissima la pena invocata nei confronti di un altro imprenditore, Antonio Facciolo, per il quale il pm De Bernardo ha chiesto 26 anni di reclusione.

Diciotto anni per l’ing. Tedesco

Altra figura chiave quella dell’ex consigliere comunale di Vibo Francescantonio Tedesco, ritenuto dalla Dda una figura di collegamento tra politici ed esponenti delle cosche. Per lui sono stati chiesti 18 anni di reclusione. Mano pesante anche nei confronti dell’ex assessore del Comune di Polia Giovanni Anello, considerato “il faccendiere della cosca” per il quale la Dda ha invocato 21 anni. Nel processo sono imputati anche due esponenti delle forze dell’ordine: il poliziotti Pietro Verdelli per il quale sono stati chiesti 12 anni e il finanziere Franco Pontieri per il quale il pm antimafia ha richiesto la condanna a tre anni di reclusione. Adesso la parola passa agli avvocati difensori che si alterneranno nell’aula bunker di Lamezia Terme nelle prossime settimane.

I pm della Dda di Catanzaro

Anania Antonio: chiesti 21 anni di carcere

  Anania Bruno Simone: 3 anni;

  Anania Giuseppe: 6 anni (6mila di multa);

  Anello Giovanni: 21 anni;

  Anello Giuseppe: 7 anni (7mila euro);

  Anello Roberto: 7 anni (7mila);

  Anello Rocco (cl. ’91): 24 anni;

  Anello Tommaso: 30 anni;

  Attisani Antonio (’71): 15 anni (15mila di multa);

  Attisani Antonio (’95): 3 anni;

  Bellissimo Nazzareno: 21 anni (27 mila euro di milta);

  Bertucci Giuseppe: 4 anni e 6 mesi (1.500);

  Bertucci Raffaele Mariano: 4 anni;

  Calabria Domenico: 4 anni e 6 mesi;

  Caridà Francesco: 20 anni;

  Cerra Antonio: 6 anni (3mila euro di multa);

  Ciancio Damiano: 4 anni e 6 mesi (1500 euro);

  Ciconte Domenico: 16 anni;

  Conidi Francesco: 12 anni;

  Contartese Salvatore: 4 anni e 6 mesi (1500 euro);

  Cortese Bruno: 2 anni;

  Cortese Francesco: 3 anni e 6 mesi (5000 euro);

  Cosmano Francesco: 8 anni (8mila euro);

  Crigna Francesco: 7 anni;

  Cutrullà Vincenzo: 18 anni;

  Defina Antonio: 4 anni e 6 mesi (1500 euro);

  Deodato Giovanni Damiano: 11 anni;

  Dominelli Andrea: 6 anni;

  D’Urso Gennaro: 3 anni (900 euro);

  Facciolo Antonio: 26 anni:

  Fabiano Giovanni: 12 anni;

  Fortuna Giuseppe: 10 anni (10 mila euro);

  Franzè Nazzareno: 4 anni e 6 mes (1500);

  Galati Mario: 2 anni;

  Gori Gaetano: 1 anno e 6 mesi;

  Grizzafi Teodoro: 6 anni e 6mila euro;

  Guzzo Ariosto: 8 anni (12 mila euro);

  Iozzo Giuseppe: 8 anni (3mila euro);

  Izzo Mario: 12 anni;

  Malta Domenico Paolo: 2 anni;

  Mazzotta Antonio: 4 anni e 6 mesi;

  Mazzotta Pasquale: 4 anni e 6 mesi (1500);

  Mercuri Giuseppe: 4 anni;

  Michienzi Maurizio: 16 anni;

  Monteleone Cosimo: 6 anni;

  Papa Alfredo: 7 anni;

  Perugino Francesco: 15 anni;

  Pilieci Salvatore: 2 anni;

  Pontieri Franco: 3 anni;

  Pugliese Rosario: 9 anni (9mila euro);

  Rizzo Michelino: 4 anni (1000 euro);

  Rondinelli Pasquale: 26 anni;

  Rondinelli Vincenzo: 18 anni;

  Ruggero Filippo: 9 anni (9mila euro);

  Ruscio Gaetano: 18 anni;

  Serratore Mario: 4 anni e 6 mesi (1500);

  Scordo Pasquale: 7 anni;

  Stillitani Emanuele: 21 anni;

  Stillitani Francesco Antonio: 21 anni

  Sisca Salvatore: 4 anni;

  Stuppia Maria Alfonsina: 3 anni (900 euro)

  Suriano Andrea Simone: 4 anni e 6 mesi;

  Tedesco Francesco Antonio: 18 anni;

  Teti Alessandro: 6 anni;

  Tonietti Giuseppe: 3 anni e 6 mesi (900);

  Tripodi Domenico: 12 anni (20mila euro)

  Verdelli Pietro: 12 anni;

  Vona Oreste: 4 anni e 6 mesi;

  Zungri Salvatore: 18 anni;

  Ruscio Domenico: 3 anni 6 mesi (5.000 euro di muta);

  Costantino Giuseppe: 15 anni.

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

Interrogatorio di garanzia oggi per i principali indagati nell’inchiesta sulla gestione del Polo culturale
I candidati a sindaco aderiscono e sono pronti a nominare anche un assessore alla partecipazione alla co-governance
In programma un nuovo binario di collegamento diretto tra le linee Metaponto-Reggio Calabria e Cosenza-Sibari

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792