Sconcerto a Stefanaconi: atti vandalici alla lapide dell’ex sindaco

Ignoti hanno manomesso il cancello della cappella di famiglia e si sono resi autori di un vile atto

Una croce nera in segno di sfregio sulla lapide di Saverio Franzè, originario di Stefanaconi, apprezzato sindacalista dello Snals ed ex sindaco della città dal 2012 al 2017, deceduto il mese scorso. Già qualche settimana prima, in pieno giorno, ignoti hanno tentato un furto nella casa di famiglia, sventato, fortunatamente, dai vicini. Un atto vandalico che ha colpito la comunità del piccolo centro alle porte di Vibo Valentia, già segnata, negli anni precedenti, da una lunga serie di fatti di sangue criminosi.

“Una persona per bene e molto amata in paese – ha commentato l’attuale sindaco Salvatore Solano – quello che è accaduto è un atto riprovevole che offende, non solo la memoria del compianto Franzè, ma tutti i cittadini. Come amministrazione comunale lavoreremo affinché la verità venga allo scoperto. Sono anni che ci battiamo per restituire la serenità alla gente onesta di Stefanaconi e quanto è accaduto adesso, ci catapulta ad oltre vent’anni fa, quando atti vandalici ed eventi delinquenziali, erano all’ordine del giorno”. L’episodio è stato denunciato alla caserma dei carabinieri della vicina Sant’Onofrio. Spetterà adesso agli inquirenti fare luce su quanto accaduto.

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

Dopo l’abbattimento del ristorante la Nave e dell’ordine di smantellamento dei tabelloni pubblicitari saranno rase al suolo strutture in cemento armato
Domenica 26 maggio sarà possibile vivere una divertente esperienza di sport all’aperto
E sull’affidamento di incarichi ai figli aveva aggiunto: facevano parte di una cooperativa selezionato dalla Regione. Accuse pesanti al Comune sul canone: altri enti non pagano nulla

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792