Tragedia in volo, è di Filogaso il giovane stroncato da infarto sull’aereo Ryanair

Il dipendente della Ferrero colto da malore sul Torino-Lamezia ma il velivolo non è stato autorizzato all'atterraggio di emergenza

Ha colpito l’intera comunità di Filogaso la tragedia di questa mattina (mercoledì 17 aprile) avvenuta all’aeroporto di Torino-Caselle dove Giuseppe Stilo, 34 anni, geometra, apprezzato lavoratore della Ferrero ad Alba, è morto presumibilmente per un infarto. Il giovane che stava rientrando a Filogaso insieme alla mamma è stato colto da malore sull’aereo della Ryanair FR8780R, partito alle 11 dall’aeroporto del capoluogo piemontese.

Mentre era in volo in direzione Lamezia Terme, in Calabria, Stilo ha avuto un malore più o meno a metà del tragitto; sarebbe stato colto da un arresto cardiaco. il comandante del velivolo ha chiesto autorizzazione all’atterraggio di emergenza, ma nessuno degli scali contattati ha dato risposta positiva, così l’aereo è stato costretto a tornare indietro a Torino. Nel frattempo il 34enne è stato soccorso a bordo del velivolo mentre l’allarme al 112 era già stato lanciato. Ma una volta atterrato, per il passeggero non c’è stato nulla da fare ed è deceduto.

Mentre era in volo in direzione Lamezia Terme, in Calabria, Stilo ha avuto un malore più o meno a metà del tragitto; sarebbe stato colto da un arresto cardiaco. il comandante del velivolo ha chiesto autorizzazione all’atterraggio di emergenza, ma nessuno degli scali contattati ha dato risposta positiva, così l’aereo è stato costretto a tornare indietro a Torino. Nel frattempo il 34enne è stato soccorso a bordo del velivolo mentre l’allarme al 112 era già stato lanciato. Ma una volta atterrato, per il passeggero non c’è stato nulla da fare ed è deceduto.

La madre, che era con lui, ha accusato a sua volta un malore ed è stata trasportata in ospedale dal 118. L’aereo è rimasto fermo sulla pista per consentire gli accertamenti dei tecnici dello Spresal e della polizia. Peraltro una volta tornati a Caselle, l’ambulanza in servizio nello scalo sarebbe stata priva di scorta, come scrivono i giornali locali.

Sulla vicenda è intervenuta anche la società aeroportuale di Caselle. Questo il comunicato: <Il personale del primo soccorso dell’aeroporto era già in pista prima dell’arrivo dell’aereo – precisa la nota-. Successivamente è arrivata un’ambulanza dal varco tre e non ci sono stati ritardi nell’effettuazione dei soccorsi, per quanto di competenza dell’aeroporto. L’ambulanza per le emergenze non ha bisogno di scorta>.

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

La biblioteca mobile acquistata con fondi pubblici ora si trova in stato di assoluto abbandono nelle campagne di Ionadi
Le indagini della Guardia di Finanza hanno evidenziato una gestione contabile e amministrativa piuttosto allegra
Acquistate 8 motrici DE 18, prodotte da Vossloh Rolling Stock. Saranno utilizzate da Rfi nello Stretto di Messina e per operazioni di manutenzione in linea

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792