Tropea, Piserà invita i commissari a rimboccarsi le maniche: sicurezza, ambiente e carenza idrica

L'ex consigliere comunale mette in primo piano le croniche questioni della Perla del Tirreno in vista della stagione estiva

L’ex consigliere comunale Antonio Piserà, ha indirizzato una lettera alla Commissione straordinaria del Comune di Tropea, evidenziando diverse questioni critiche che richiedono attenzione immediata per garantire la sicurezza e il benessere dei residenti e dei visitatori durante la prossima stagione estiva.

 Nella sua comunicazione, Piserà ha esortato la Commissione a prendere in considerazione provvedimenti concreti e tempestivi riguardo alla gestione delle risorse idriche, alla sicurezza delle spiagge e del lungomare, oltre che alle problematiche ambientali che attualmente affliggono la città.

 Nella sua comunicazione, Piserà ha esortato la Commissione a prendere in considerazione provvedimenti concreti e tempestivi riguardo alla gestione delle risorse idriche, alla sicurezza delle spiagge e del lungomare, oltre che alle problematiche ambientali che attualmente affliggono la città.

La lettera dettaglia una serie di interventi strategici mirati a migliorare la situazione attuale e prevenire potenziali emergenze durante i mesi di maggiore afflusso turistico. In primo piano la carenza idrica: a tla proposito Piserà ha segnalato che, attualmente, alcune aree di Tropea stanno già sperimentando una grave scarsità di acqua potabile. Con l’approssimarsi dell’estate, questa situazione rischia di aggravarsi, mettendo a dura prova sia residenti che visitatori. La problematica non sembra derivare solo da una reale diminuzione delle risorse idriche, ma anche da una gestione inefficace dell’acquedotto.

Altra questione impellente da affrontare secondo l’ex consigliere comunale riguarda il miglioramento della  sicurezza e l’accessibilità delle spiagge. <I nostri meravigliosi litorali attirano ogni anno migliaia di visitatori; tuttavia, gli accessi pedonali alle spiagge presentano significativi ammaloramenti e incuria, non permettendo l’accesso alle spiagge in maniera adeguata. È essenziale che ogni accesso al mare sia non solo sicuro, ma anche inclusivo per i disabili. Inoltre, il lungomare pedonale (che va dalle spiagge del convento a Rocca Nettuno) ha visto un innalzamento pericoloso a causa dell’erosione dell’arenile. L’installazione di ringhiere è imperativa per prevenire incidenti e cadute, proteggendo così la vita dei cittadini e dei turisti>

Maggiore sicurezza  nell’Area dello Scoglio dell’Isola. A tal proposito  Piserà ha proposto la delimitazione dell’accesso all’arenile adiacente allo Scoglio dell’Isola mediante barriere fisiche permanenti <per garantire la sicurezza pubblica. Ha sottolineato che, con l’aumento dei visitatori nei mesi estivi, è fondamentale limitare l’accesso a queste zone per prevenire situazioni di rischio. Non bisogna dimenticare che la messa in sicurezza dello scoglio dell’Isola non è ancora stata completata>.

Infine la questione ambientale provvedendo ad eliminare le esalazioni dal Depuratore Argani. A tal proposito ci sono da registrare le continue lamentele dei cittadini riguardo alle esalazioni nauseabonde provenienti dal depuratore Argani. Piserà ha chiesto una verifica immediata dell’impianto per identificare e risolvere le cause di tali emissioni

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

Gli amministratori puntano a spingere la politica a modificare l’attuale normativa
Obiettivo la costituzione di un Comitato composto da docenti e rappresentanti di tutto il territorio. Martedì incontro all’Alberghiero
Domani la consegna del cantiere. Lo spostamento, secondo l’assessore Corrado, è avvenuto in pieno accordo con gli ambulanti

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792