Vibo al voto, trappole e vendette personali (video)

Nel saluto ai suoi amici il sindaco uscente ha messo in mostra i cantieri ma non ha tenuto conto che la città è deserta ed i giovani sono scappati via

I messaggi della campagna elettorale in atto sono chiari: voto trasversale e condizionato da pesanti vendette personali. L’area di centrodestra è attraversata da livori che la politica non è riuscita a lenire. La posta in gioco è piuttosto alta. Maria Limardo (sindaco uscente) non ha ancora ingoiato il boccone amaro della mancata candidatura. Mostra i muscoli, ma il l’8 e 9 giugno nel segreto dell’urna sarà vendetta. Mette in vetrina i cantieri (aperti senza alcun criterio) e lascia in eredità al suo successore il teatro e la scala mobile. Se non è spettacolo questo?

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

L’incontro, organizzato dalla presidente Ketty De Luca, patrocinato da Camera di commercio e Confindustria Vibo ha visto alternarsi imprenditori e docenti universitari
L’operazione portata a termine dai carabinieri del Ros ha colpito in particolare il “locale di Ariola”
Sotto tiro sono finiti esponenti delle cosche operanti nel territorio delle Preserre e nei comuni di Acquaro, Gerocarne, Soriano e Dasà

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792