Vibo, la compagnia “Giuseppe Francolino” accende la magia del teatro

Una commedia esilarante che ha fatto divertire la platea del Cinema Moderno. Allarga i suoi orizzonte il progetto della cooperativa Coriss, istituita nel 2006

Una serata memorabile quella che hanno fatto vivere gli attori della compagnia teatrale “Giuseppe Francolino” al Cineteatro Moderno di Vibo. Una compagnia speciale composta da ospiti di Villa Arcobaleno, una struttura residenziale per pazienti con patologie psichiatriche stabilizzate, con gli operatori e ad attori della Compagnia teatrale Sancalogerese. Hanno messo in scena “C’è da moriri” che potrebbe essere declinato, dopo l’esperienza dello spettacolo, con “c’è da morire dal ridere”. È incentrata sulla storia di una famiglia, proprietaria di un’agenzia funebre in conflitto con i propri parenti per questioni di eredità. A complicare la situazione ci si mette la figlia innamorata di un extra comunitario in cui i pregiudizi sono poi alla fine superati grazie all’amore e non solo. Gli spettatori che hanno assistito alla rappresentazione sono stati testimoni di una commedia esilarante, carica di colpi di scena e molto divertente. A fare da mattatore un ex ospite, Rocco, la cui interpretazione del personaggio dello Spiritato ha fatto impazzire il pubblico che gli ha tributato un grande applauso alla fine.

È stata una esperienza che ha dimostrato come il linguaggio del teatro abbia la potenza di trasformare la personalità ed è uno strumento terapeutico straordinario, così come il lavoro che sta portando avanti ormai da parecchi anni la cooperativa Coriss, di cui fa parte Villa Arcobaleno che si trova nel comune di Limbadi nella frazione di San Nicola De Legistis, istituita nel 2006. A creare questa passione per il teatro Enzo Gradia, responsabile di Villa Arcobaleno e animatore della compagnia intitolata ad un ex ospite, Giuseppe Francolino, scomparso nel 2009, appassionato di teatro.

È stata una esperienza che ha dimostrato come il linguaggio del teatro abbia la potenza di trasformare la personalità ed è uno strumento terapeutico straordinario, così come il lavoro che sta portando avanti ormai da parecchi anni la cooperativa Coriss, di cui fa parte Villa Arcobaleno che si trova nel comune di Limbadi nella frazione di San Nicola De Legistis, istituita nel 2006. A creare questa passione per il teatro Enzo Gradia, responsabile di Villa Arcobaleno e animatore della compagnia intitolata ad un ex ospite, Giuseppe Francolino, scomparso nel 2009, appassionato di teatro.

Prima della rappresentazione sono intervenuti il presidente della cooperativa Salvatore Maisano e il sindaco del Comune di Vibo Maria Limardo. Il primo ha raccontato l’esperienza della cooperativa e l’approccio terapeutico che hanno adottato nei diversi campi di intervento e nelle diverse strutture che coordinano, mentre il sindaco Limardo ha messo in luce il valore del teatro come terapia e l’importanza dell’esperienza che stanno portando avanti la compagnia. 

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

La biblioteca mobile acquistata con fondi pubblici ora si trova in stato di assoluto abbandono nelle campagne di Ionadi
Le indagini della Guardia di Finanza hanno evidenziato una gestione contabile e amministrativa piuttosto allegra
Acquistate 8 motrici DE 18, prodotte da Vossloh Rolling Stock. Saranno utilizzate da Rfi nello Stretto di Messina e per operazioni di manutenzione in linea

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792