Abusivismo edilizio, i carabinieri intensificano i controlli. Stretta sul litorale Ionico

Nell'ambito dell'operazione mobilitate le stazioni dell'Arma appartenenti alla Compagnia di Soverato

Sul litorale Ionico la lotta all’abusivismo si fa sempre più intensa- I Carabinieri della Compagnia di Soverato, attraverso l’azione capillare delle Stazioni dipendenti, con il supporto di personale dei rispettivi uffici tecnici comunali, hanno svolto un servizio straordinario di controllo dei cantieri edili, appurando molteplici violazioni. Complessivamente sono stati svolti più di dieci i controlli in altrettanti cantieri edili nei comuni di Badolato, Sant’Andrea Apostolo dello Ionio, Santa Caterina dello Ionio, Cardinale e Torre di Ruggiero.

In un cantiere, i Carabinieri hanno accertato la realizzazione di alcuni manufatti in muratura, tra cui un vano garage e un magazzino, senza che fosse stato richiesto il permesso per costruire. Nel corso di un’altra ispezione è stata appurata la messa in opera di due corpi di fabbrica in muratura, a scopo abitativo, anche in questo caso in assenza di titolo autorizzativo. In occasione di un altro controllo è stata verificata la presenza abusiva di una scala in cemento, assente nel progetto originario.

In un cantiere, i Carabinieri hanno accertato la realizzazione di alcuni manufatti in muratura, tra cui un vano garage e un magazzino, senza che fosse stato richiesto il permesso per costruire. Nel corso di un’altra ispezione è stata appurata la messa in opera di due corpi di fabbrica in muratura, a scopo abitativo, anche in questo caso in assenza di titolo autorizzativo. In occasione di un altro controllo è stata verificata la presenza abusiva di una scala in cemento, assente nel progetto originario.

A seguito dell’accesso in altro cantiere è stato rivelato lo splateamento/sbancamento e la costruzione di un muro di contenimento in cemento armato della lunghezza di circa 30 metri per 2,50 metri e di altezza, tutto in totale assenza delle previste autorizzazioni.

Infine, sempre per finalità abitative, in due distinti cantieri è stato accertato: in uno la realizzazione di due vani in muratura e ferro; nell’altro la costruzione di opere abusive latero-cementizie, totalmente abusivi.

I titoli abilitativi, disciplinati dal Titolo II del D.P.R. 380/2001 (Testo Unico per l’edilizia), rappresentano le autorizzazioni necessarie per eseguire dei lavori di costruzione, modifica o manutenzione di un edificio o di una sua parte fermo restando, quando necessario, anche la preventiva valutazione dell’impatto sul paesaggio degli interventi edili ritenuti idonei a comportarne modificazioni.

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

Dopo l’abbattimento del ristorante la Nave e dell’ordine di smantellamento dei tabelloni pubblicitari saranno rase al suolo strutture in cemento armato
Domenica 26 maggio sarà possibile vivere una divertente esperienza di sport all’aperto
E sull’affidamento di incarichi ai figli aveva aggiunto: facevano parte di una cooperativa selezionato dalla Regione. Accuse pesanti al Comune sul canone: altri enti non pagano nulla

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792