Sviluppo aree industriali, Mammoliti (Pd) critico sulla nuova Arsai

Il consigliere regionale dem critico sui giudizi positivi espressi da Unindustria Calabria: la nuova agenzia non porta nulla di nuovo rispetto al passato

Il nuovo corso delle aree industriali, la cui gestione è stata affidata all’agenzia regionale Arsai non convince il consigliere regionale del Pd, Raffaele Mammoliti, che muove tutte le sue rimostranze anche sui pareri favorevoli di Unindustria Calabria. Secondo l’esponente del Pd, infatti, non cambia molto rispetto ad Asi e Corap. <Il nostro tessuto produttivo composto al 90% da Pmi – dice – è di fatto quasi escluso (soprattutto le micro aziende e le aziende artigiane) in quanto si possono utilizzare i vantaggi previsti solo per investimenti superiori a 200 mila euro. La riforma inoltre non tiene conto della Legge 34/2000 che di fatto ha già allocato ulteriori e specifiche funzioni pubbliche direttamente connesse alla gestione territoriale e amministrativa delle aree industriali ai Comuni competenti per territorio. Un provvedimento burocratico per superare la liquidazione amministrativa coatta ma lasciando il vecchio Corap pieno di debiti, ma questo non interessa probabilmente ad Unindustria più concentrata, evidentemente sui contenuti dei bandi dei fondi comunitari>.

Mammoliti osserva, inoltre: <Mi sembra ormai chiaro come in Calabria si stia saldando un blocco di potere sociale senza un’adeguata visione strategica che punta esclusivamente a difendere interessi di parte senza una visione di sistema. Animeremo nel territorio un grande dibattito anche in previsione della Conferenza di programma del Pd calabrese, sperando che il Presidente di Unindustria, al quale riconosco capacità e merito, possa partecipare e spiegare meglio i contenuti innovativi di questo provvedimento>.

Mammoliti osserva, inoltre: <Mi sembra ormai chiaro come in Calabria si stia saldando un blocco di potere sociale senza un’adeguata visione strategica che punta esclusivamente a difendere interessi di parte senza una visione di sistema. Animeremo nel territorio un grande dibattito anche in previsione della Conferenza di programma del Pd calabrese, sperando che il Presidente di Unindustria, al quale riconosco capacità e merito, possa partecipare e spiegare meglio i contenuti innovativi di questo provvedimento>.

<In ogni caso – conclude l’esponente del Pd – vigileremo sull’evoluzione della nuova agenzia e sulla garanzia della prospettiva occupazionale che a nostro avviso doveva avvenire con atto legislativo e non amministrativo. Ho l’impressione che il presidente Occhiuto non si sia soffermato abbastanza sul provvedimento evidentemente proposto dai suoi collaboratori più come atto burocratico che come vera e necessaria riforma>.

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

Interrogatorio di garanzia oggi per i principali indagati nell’inchiesta sulla gestione del Polo culturale
I candidati a sindaco aderiscono e sono pronti a nominare anche un assessore alla partecipazione alla co-governance
In programma un nuovo binario di collegamento diretto tra le linee Metaponto-Reggio Calabria e Cosenza-Sibari

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792