La Festa del Pane e la sagra della Pitta Chjina, marchi di qualità

Riconoscimenti ai Comuni di Stefanaconi e San Costantino Calabro. Sul podio sale pure il Carnevale di Castrovillari

La “Festa del pane” di Stefanaconi ha ottenuto il marchio di qualità Epli. Nei giorni scorsi, il sindaco Salvatore Solano, e il presidente della Pro Loco, Francesco Chiarella sono stati a Roma per la consegna del riconoscimento. Il marchio di qualità “premia” gli eventi che promuovono il patrimonio materiale e immateriale dei territori, anche dei contesti più piccoli. Si tratta di appuntamenti capaci di apportare vitalità all’economia locale. Tra i premiati vibonesi figura anche la Sagra della Pitta Chjina, ormai storica manifestazione made in San Costantino Calabro. Altri riconoscimenti sono stati tributati al Carnevale di Castrovillari e al palio storico di Gerace. Appuntamenti in grado di catalizzare l’attenzione di un pubblico vasto, ben oltre i confini provinciali.

L’evento nazionale è stato ospitato a Palazzo Madama, sede del Senato. Qui sono stati consegnati i premi alle Pro loco che si sono distinte per qualità e la storicità delle manifestazioni promosse sul proprio territorio. Presenti il presidente nazione Epli, Pasquale Ciurleo, parlamentari, senatori, sindaci e rappresentati delle Pro loco provenienti da più parti d’Italia. Una giornata pregna di soddisfazioni. Emozionato il presidente della Pro loco di Stefanaconi, Chiarella: «La consegna del premio – ha affermato – è il giusto riconoscimento a questa realtà associativa che da 30 anni, ininterrottamente, è viva e presente sul territorio comunale. Infine – ha aggiunto – il merito di questo premio va soprattutto ai soci e ai tanti amici che hanno reso possibile, con il loro instancabile impegno e lavoro che la nostra sagra del pane, oltre a rappresentare un atteso appuntamento estivo, potesse ottenere un simile e prestigioso riconoscimento».

L’evento nazionale è stato ospitato a Palazzo Madama, sede del Senato. Qui sono stati consegnati i premi alle Pro loco che si sono distinte per qualità e la storicità delle manifestazioni promosse sul proprio territorio. Presenti il presidente nazione Epli, Pasquale Ciurleo, parlamentari, senatori, sindaci e rappresentati delle Pro loco provenienti da più parti d’Italia. Una giornata pregna di soddisfazioni. Emozionato il presidente della Pro loco di Stefanaconi, Chiarella: «La consegna del premio – ha affermato – è il giusto riconoscimento a questa realtà associativa che da 30 anni, ininterrottamente, è viva e presente sul territorio comunale. Infine – ha aggiunto – il merito di questo premio va soprattutto ai soci e ai tanti amici che hanno reso possibile, con il loro instancabile impegno e lavoro che la nostra sagra del pane, oltre a rappresentare un atteso appuntamento estivo, potesse ottenere un simile e prestigioso riconoscimento».

Quindi le parole del primo cittadino Solano, il quale ha voluto sottolineare il ruolo che ha svolto e continua a svolgere il sodalizio, ricordando quel nobile passato che diede il via ad un vero cambiamento social: «Il nostro impegno – ha evidenziato – è di programmare iniziative e costruire prospettive che abbiano valore economico, partendo proprio da quel marchio di qualità che il Pane di Stefanaconi potrebbe rappresentare. La strada è tracciata e i progetti – ha assicurato – sono già in itinere».

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

Avrà sede nei locali della guardia medica di Brattirò di Drapia. La struttura è stata inaugurata oggi alla presenza di autorità politiche e responsabili dell’Asp
Il sindaco Vincenzo Pellegrino: non abbiamo ancora certezze sulla natura dell’incendio, ma gli indizi ci fanno pensare che si tratti di un atto doloso
Il sindacato mette in primo piano la piattaforma rivendicativa e chiede un’adeguata rete ospedaliera e investimenti sul personale: assunzioni e formazione

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792