Muro contro muro in Azione, la segretaria cittadina sfida De Nisi

Claudia Gioia reagisce e difende la scelta di sostenere il centrodestra. Il partito pronto a rinunciare al simbolo

<Noi siamo nell’area di Centrodestra sia con De Nisi che senza De Nisi, sia con il simbolo di Azione che senza il simbolo di Azione>. E’ questo il senso del chiarimento di Claudia Gioia, segretaria cittadina di Azione che interviene a distanza di qualche giorno della riunione del partito che si è riunito alla presenza del segretario regionale Francesco De Nisi per scegliere il ruolo da assumere alle prossime elezioni amministrative

<Nella qualità di segretaria cittadina di Azione evidenzio come, nel pieno rispetto dello statuto, – sottolinea Claudia Gioia – il Partito a livello locale, insieme ai consiglieri comunali, si è autodeterminato in occasione delle elezioni amministrative nel senso di valutare positivamente la possibilità di un’alleanza che rispetti la geografia politica regionale nell’ambito della quale Azione è alleata con il centrodestra a sostegno del Governatore Occhiuto e che sia soprattutto in linea con quanto sostenuto dal segretario nazionale Calenda che ha dichiarato apertamente di essere alleato dello stesso Occhiuto>.

<Nella qualità di segretaria cittadina di Azione evidenzio come, nel pieno rispetto dello statuto, – sottolinea Claudia Gioia – il Partito a livello locale, insieme ai consiglieri comunali, si è autodeterminato in occasione delle elezioni amministrative nel senso di valutare positivamente la possibilità di un’alleanza che rispetti la geografia politica regionale nell’ambito della quale Azione è alleata con il centrodestra a sostegno del Governatore Occhiuto e che sia soprattutto in linea con quanto sostenuto dal segretario nazionale Calenda che ha dichiarato apertamente di essere alleato dello stesso Occhiuto>.

La linea prima condivisa e poi bocciata

<Rispetto a tale scelta, si è pronunciato il Segretario regionale De Nisi il quale, nel corso della riunione cittadina, non si è opposto alla linea proposta raccomandando di valutare bene la scelta del candidato, per poi invece dichiarare, il giorno seguente, ad un organo di informazione locale, di volere stare al centro dove il partito dovrebbe, secondo De Nisi, allearsi con Città Futura di Vito Pitaro. Tale scelta De Nisi vorrebbe imporla a tutto il partito cittadino>.

<In proposito – Gioia evidenzia –  come il Segretario regionale (De Nisi) non possa ingerirsi nella gestione del partito determinando le scelte da attuare nelle articolazioni territoriali del partito stesso, qualora, come nel caso di Vibo, esistono la segreteria cittadina ed i consiglieri comunali eletti per come previsto dallo statuto nazionale ed in particolare dall’articolo 18 e dalla lettura combinata dei suoi commi>.

Contrari a qualsiasi ingerenza

<Qualsivoglia imposizione del segretario Regionale non appare legittima e per come previsto dall’art. 18.7, dello statuto di Azione solo il Segretario Nazionale Carlo Calenda può sospendere ogni iniziativa politica adottata dalla segreteria cittadina, sentito il Comitato Direttivo Nazionale. Pertanto, il partito di Vibo Valentia si è già determinato nel senso di non volere partecipare al tavolo del centro anche per motivi che vanno oltre la politica e noti a tutti e di tenere ferma la linea sopra specificata, precisando che la scelta di continuare a sedere al predetto tavolo è del solo Francesco de Nisi e non già del partito cittadino>.

<Ciò chiarito – la segretaria cittadina di Azione ribadisce che – il partito cittadino è comunque autosufficiente ed autonomo sia sul piano politico, quanto sul piano organizzativo ed elettorale e pertanto, qualora le circostanze lo richiedessero, è pronto a correre sia con il simbolo di Azione a sostegno del centrodestra per come indicato da Carlo Calenda e per come paradossalmente fa lo stesso De Nisi a livello regionale e sia con una lista civica in ottemperanza alle determinazioni del partito cittadino che sono state ben ponderate respingendo ogni imposizione  e ogni prevaricaricazione in contrasto peraltro con la statuto>.

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

Avrà sede nei locali della guardia medica di Brattirò di Drapia. La struttura è stata inaugurata oggi alla presenza di autorità politiche e responsabili dell’Asp
Il sindaco Vincenzo Pellegrino: non abbiamo ancora certezze sulla natura dell’incendio, ma gli indizi ci fanno pensare che si tratti di un atto doloso
Il sindacato mette in primo piano la piattaforma rivendicativa e chiede un’adeguata rete ospedaliera e investimenti sul personale: assunzioni e formazione

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792