Pizzo, la Procura chiede l’assoluzione per Gianluca Callipo

Durante il processo non sono emersi elementi di prova a sostegno della pubblica accusa. In precedenza l'ex sindaco di Pizzo era stato assolto anche in Rinascita Scott

Durante il processo non sono emersi elementi di prova a sostegno delle accuse “oltre il ragionevole dubbio” ed è la stessa Procura (Pm Concettina Iannuzzo) a chiedere l’assoluzione degli imputati. È di oggi la requisitoria finale dinanzi al Tribunale collegiale di Vibo Valentia (presidente Gianfranco Grillone) per l’operazione “Spiagge libere”.

Ed è stata dunque chiesta l’assoluzione <per non aver commesso il fatto> per Gianluca Callipo, ex sindaco di Pizzo, per i due dirigenti del Comune napitino, Nicola Donato e Nicola Vasta, e per l’imprenditore Vincenzo Renda di Vibo. L’accusa era di corruzione (Callipo e Renda in concorso), concussione (solo Callipo) e abuso d’ufficio (per i dirigenti comunali).

Ed è stata dunque chiesta l’assoluzione <per non aver commesso il fatto> per Gianluca Callipo, ex sindaco di Pizzo, per i due dirigenti del Comune napitino, Nicola Donato e Nicola Vasta, e per l’imprenditore Vincenzo Renda di Vibo. L’accusa era di corruzione (Callipo e Renda in concorso), concussione (solo Callipo) e abuso d’ufficio (per i dirigenti comunali).

 Tutte ipotesi di reato legate all’utilizzo di un’area demaniale. Tuttavia nel corso del processo non sono emersi elementi che potessero accertare accordi corruttivi e altre responsabilità penali. Il 29 marzo si terrà l’arringa finale dei difensori di Callipo. In precedenza l’ex sindaco di Pizzo era stato assolto anche al termine del processo Rinascita Scott.

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

Marcella Murabito illustra i suoi piani e mette sullo stesso piano centrodestra e centrosinistra
La biblioteca mobile acquistata con fondi pubblici ora si trova in stato di assoluto abbandono nelle campagne di Ionadi
Le indagini della Guardia di Finanza hanno evidenziato una gestione contabile e amministrativa piuttosto allegra

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792