Pizzo, non si ferma il piano delle demolizioni abusive. Ruspe in azione a Piedigrotta

Dopo l'abbattimento del ristorante la Nave e dell'ordine di smantellamento dei tabelloni pubblicitari saranno rase al suolo strutture in cemento armato

Prima la demolizione del ristorante “La Nave”, meta importante negli anni Settanta, dopo i tabelloni pubblicitari e ora il via all’abbattimento di manufatti. A Pizzo, l’amministrazione comunale guidata da Sergio Pititto, nonostante le tante difficoltà e le critiche ricevute fino ad oggi, prova a scrollarsi di dosso l’appellativo di “immobilismo”.

Questa volta le ruspe sono entrate in azione a due passi della chiesetta di Piedigrotta. <Prosegue senza sosta – evidenziano dalla sede municipale – l’attività di contrasto all’abusivismo edilizio avviata nei mesi scorsi dall’Amministrazione; e dopo “La nave”, gli uffici comunali hanno dato seguito ad un ulteriore provvedimento di demolizione, che ha interessato questo manufatto abusivo, in passato adibito ad attività di somministrazione di bevande/alimenti, collocato nei pressi della Chiesetta e ricadente sul demanio marittimo>.

Questa volta le ruspe sono entrate in azione a due passi della chiesetta di Piedigrotta. <Prosegue senza sosta – evidenziano dalla sede municipale – l’attività di contrasto all’abusivismo edilizio avviata nei mesi scorsi dall’Amministrazione; e dopo “La nave”, gli uffici comunali hanno dato seguito ad un ulteriore provvedimento di demolizione, che ha interessato questo manufatto abusivo, in passato adibito ad attività di somministrazione di bevande/alimenti, collocato nei pressi della Chiesetta e ricadente sul demanio marittimo>.

Si tratta di un chiosco realizzato abusivamente che per decenni <ha deturpato una delle località più caratteristiche del territorio calabrese: da ciò la scelta di destinare parte del fondo ministeriale per la demolizione delle opere pubbliche, proprio a questo intervento, che restituisce alla cittadinanza la fruibilità piena dell’aria e l’originaria veduta panoramica, ostruita dalla presenza del cemento. La tutela dell’ambiente e la lotta all’abusivismo si confermano priorità assoluta dell’Esecutivo, che non si ferma a quanto già realizzato>.

Ma la macchina delle demolizioni abusive non si ferma a Pizzo. Gli amministratori hanno infatti già programmato ulteriori interventi; entro venerdì procederanno con un ulteriore provvedimento in via Nazionale, e precisamente in prossimità del PalArcobaleno; si tratta di un immobile in cemento armato, della superficie di 24 mq, in adiacenza alle Ss 18: <Verrà raso al suolo e saranno altresì rimosse le recinzioni realizzate abusivamente degli occupanti. L’area successivamente sarà destinata alla realizzazione di nuovi parcheggi liberi>.

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

Il partito si ritrova nella sede elettorale del candidato a sindaco Enzo Romeo per fare una valutazione sul voto dell’8 e 9 giugno
Un provvedimento che resterà in vigore fino al prossimo 31 agosto 2024. Ora un tavolo con partenariato datoriale e sindacale
In Giunta Domenico Pontoriero, Fortunato Di Masi, Francesco Ciccone e Carmela Vardaro

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792