Quindicenne accoltellato a scuola, il responsabile confessa e chiede scusa

La Procura per i minorenni di Reggio Calabria ora contesta il tentato omicidio pluriaggravato nei confronti del ragazzo che ha ammesso le sue responsabilità

La Procura per i minorenni di Reggio Calabria contesta il tentato omicidio pluriaggravato allo studente quindicenne che ieri, nel liceo scientifico “Leonardo da Vinci”, ha ferito con alcune coltellate un compagno di classe. Si aggrava dunque il reato di lesioni personali gravi per il quale il minore era stato denunciato dai carabinieri.

La decisione del procuratore Roberto Di Palma e del sostituto procuratore Angelo Gaglioti, titolare del fascicolo d’indagine aperto sul ferimento, è stata motivata, secondo quanto si é appreso, dal fatto che le coltellate sono state inferte dal quindicenne in parti potenzialmente vitali ed é stata presa a conclusione dell’interrogatorio al quale è stato sottoposto il ragazzo, presente il suo difensore di fiducia, Giacomo Iaria. L’avvocato Iaria ha riferito che il suo assistito, nel corso dell’interrogatorio, ha ammesso le sue responsabilità e ha chiesto scusa per il gesto che ha commesso. (ansa)

La decisione del procuratore Roberto Di Palma e del sostituto procuratore Angelo Gaglioti, titolare del fascicolo d’indagine aperto sul ferimento, è stata motivata, secondo quanto si é appreso, dal fatto che le coltellate sono state inferte dal quindicenne in parti potenzialmente vitali ed é stata presa a conclusione dell’interrogatorio al quale è stato sottoposto il ragazzo, presente il suo difensore di fiducia, Giacomo Iaria. L’avvocato Iaria ha riferito che il suo assistito, nel corso dell’interrogatorio, ha ammesso le sue responsabilità e ha chiesto scusa per il gesto che ha commesso. (ansa)

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

Avrà sede nei locali della guardia medica di Brattirò di Drapia. La struttura è stata inaugurata oggi alla presenza di autorità politiche e responsabili dell’Asp
Il sindaco Vincenzo Pellegrino: non abbiamo ancora certezze sulla natura dell’incendio, ma gli indizi ci fanno pensare che si tratti di un atto doloso
Il sindacato mette in primo piano la piattaforma rivendicativa e chiede un’adeguata rete ospedaliera e investimenti sul personale: assunzioni e formazione

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792