Saccomanno: Salvini ha sbloccato le grandi opere in Calabria

Il responsabile regionale della Lega mette in evidenza tutti i finanziamenti messi in moto dal ministro delle Infrastrutture

<<Il risultato dell’Abbruzzo può ritenersi più che soddisfacente tenendo presente il momento in cui la Lega si trova e una comunicazione generale che “spara” sul segretario federale e ministro delle Infrestrutture, Matteo Salvini. Invero, e questo non si può negare, è stato raggiunto il risultato delle nazionali e, quindi, come si può parlare di sconfitta?>.

L’osservazione arriva dal commissario calabrese della Lega, Francesco Saccomanno il quale si chiede: <Ma perché tutti contro Salvini? La risposta, per chi conosce le metodologie politiche attuali, è semplice: Il Mise ha rimesso in moto centinaia di opere ferme e sta lavorando fortemente per realizzare importanti infrastrutture in tutta la Nazione. Ha un interesse particolare per il Sud per cercare di superare quel divario sostenuto e voluto anche dall’Europa>.

L’osservazione arriva dal commissario calabrese della Lega, Francesco Saccomanno il quale si chiede: <Ma perché tutti contro Salvini? La risposta, per chi conosce le metodologie politiche attuali, è semplice: Il Mise ha rimesso in moto centinaia di opere ferme e sta lavorando fortemente per realizzare importanti infrastrutture in tutta la Nazione. Ha un interesse particolare per il Sud per cercare di superare quel divario sostenuto e voluto anche dall’Europa>.

E soffermandosi sulle questioni calabresi Saccomanno ricorda che <ma si sono avuti interventi come negli ultimi due anni: miliardi in arrivo per cercare di sostenere la nostra regione e riconoscere quelle opere strategiche che in 50 anni, di vecchia politica, sono state solamente annunciate e mai realizzate. Solo per un minimo di ricordo: si sono aperti i cantieri della SS 106 e altri sono in procinto di partire, si sta cercando di completare il progetto di tale fondamentale arteria sino a Reggio Calabria, è partita la elettrificazione della rete ferroviaria jonica, partiranno a breve i lavori per la seconda galleria sulla Limina, è stato finanziato l’ultimo lotto della trasversale delle Serre, sono partiti i lavori per l’alta velocità Salerno-Reggio Calabria, sono stati finanziati i lavori per il completamento dei tratti dell’autostrada Salerno- Reggio Calabria, ecc. Questi solo alcuni degli interventi concreti che si possono annoverare nell’attività svolta in Calabria dal Ministro Salvini. Un piano di opere pubbliche che mai si è avuto nella nostra regione e che non può, sicuramente, nascondersi. E di tale alacre e laborioso impegno sono destinatari tutte le regioni del sud ed anche dell’Italia intera. Lasciare correre così tanto Salvini vuol dire far crescere lui e la Lega. Ed, ecco, allora l’attacco costante, giornaliero, continuo dei giornali e testate di sinistra, nel tentativo, ridicolo, di mettere in difficoltà il partito e l’opera portata avanti. Anche in previsione che un successo della Lega alle europee vorrebbe dire cambiare totalmente la gestione dell’Europa e, quindi, rottamare l’attuale amministrazione che ha sempre manifestato pubblicamente avversione agli interessi italiani>.

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

Interrogatorio di garanzia oggi per i principali indagati nell’inchiesta sulla gestione del Polo culturale
I candidati a sindaco aderiscono e sono pronti a nominare anche un assessore alla partecipazione alla co-governance
In programma un nuovo binario di collegamento diretto tra le linee Metaponto-Reggio Calabria e Cosenza-Sibari

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792