Pizzo apre la stagione turistica senz’acqua. Centro storico e via Nazionale le zone più colpite

Rubinetti asciutti già da qualche giorno. Ma i problemi sulla rete idrica si protrarranno fino a lunedì prossimo

Non c’era modo migliore a Pizzo Calabro per inaugurare la stagione turistica. Oggi, primo giugno 2024, molte attività hanno aperto i battenti. Altre lo sono già da qualche settimana. Ci si spettava che tutto fosse pronto per un avvio con il botto dopo gli anni della pandemia, e invece riaffiora un problema atavico: la carenza di acqua potabile. Da qualche giorno i rubinetti sono asciutti. Non solo problemi per i residenti ma anche un pessimo biglietto da visita per quanti si trovano già a villeggiare a Pizzo.
I disagi interessano in particolare il Centro storico, via Nazionale, via Zuppone Strani e altre zone periferiche).

Il Comune ha diramato un primo avviso qualche giorno fa, ma considerato che i disagi si stavano protraendo più del previsto è stato costretto a rivolgersi di nuovo ai cittadini chiedendo loro di pazientare, annunciando nello stesso tempo che l’erogazione dell’acqua sarebbe avvenuta per poche ore al giorno. Ma neanche questo impegno è stato mantenuto perché i disagi permangono. Proteste e reazioni si colgono in tutte le zone indicate e in particolare su via Nazionale.
Nessuna autobotte della protezione civile è stata attivata. I residenti non hanno avuto neanche il tempo di fare le dovute scorte. L’erogazione è stata interrotta per problemi di manutenzione sulla rete idrica. La situazione, secondo quanto annunciato dal servizio idrico comunale, si protrarrà fino a lunedì. Non male per iniziare la stagione estiva.

Il Comune ha diramato un primo avviso qualche giorno fa, ma considerato che i disagi si stavano protraendo più del previsto è stato costretto a rivolgersi di nuovo ai cittadini chiedendo loro di pazientare, annunciando nello stesso tempo che l’erogazione dell’acqua sarebbe avvenuta per poche ore al giorno. Ma neanche questo impegno è stato mantenuto perché i disagi permangono. Proteste e reazioni si colgono in tutte le zone indicate e in particolare su via Nazionale.
Nessuna autobotte della protezione civile è stata attivata. I residenti non hanno avuto neanche il tempo di fare le dovute scorte. L’erogazione è stata interrotta per problemi di manutenzione sulla rete idrica. La situazione, secondo quanto annunciato dal servizio idrico comunale, si protrarrà fino a lunedì. Non male per iniziare la stagione estiva.

© Riproduzione riservata

Ti Potrebbe Interessare

L’incontro, organizzato dalla presidente Ketty De Luca, patrocinato da Camera di commercio e Confindustria Vibo ha visto alternarsi imprenditori e docenti universitari
L’operazione portata a termine dai carabinieri del Ros ha colpito in particolare il “locale di Ariola”
Sotto tiro sono finiti esponenti delle cosche operanti nel territorio delle Preserre e nei comuni di Acquaro, Gerocarne, Soriano e Dasà

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Vibo Valentia n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019. Direttore Responsabile: Nicola Lopreiato
Noi di Calabria S.r.L. | P.Iva 03674010792